Chi arriva, racconta …

Marianna

In questi giorni di surreale “realtà” che viviamo in Italia e in parte del mondo (non voglio nominarla per non darle altra importanza) mi trovo a scrivere e ripensare ai giorni trascorsi a Reggioli…
Ero in cerca di esperienze in ecovillaggi o comunità, vissuta solo parzialmente in un corso di Permacultura (tra l’altro anche in un altro paese) e, spinta dal ronzio che da anni mi dice che questo mondo cosi non va bene e che bisogna cercare di costruirsi il mondo migliore per ognuno di noi, mi decido…
Insomma cerco in giro e mi faccio una mini lista di posti da contattare. Li contatto. Cerco un posto dove fare volontariato sia compatibile con essere madre di una bambina di 3 anni…
Scopro che non è cosi scontato…
Qualcuno mi risponde in modo cordiale ma facendomi capire che non è molto fattibile; altri, pochi, mi dicono di si, che va bene, pochissimi mi fanno sentire “accolta” davvero. Tra loro c’è Christian di Reggioli.
Reggioli oggi non è un ecovillaggio, ma ha tutte le possibilità di esserlo. Mi sento accolta prima ancora si arrivare, anzi Christian mi dice di andare quasi subito per coincidere con una famiglia che a breve sarà li…io non avevo intenzione di partire subito, ma nella vita si sa…i nostri piani spesso servono più a farci capire l’inutilità di pianificare che altro!
Mi organizzo per partire il prima possibile. Il posto è mozzafiato, ben lontano dall’immaginario che abbiamo della campagna toscana da cartolina…
Si respira libertà ma anche un momento difficile e di cambiamento.
Christian lascia molta libertà e autonomia (anche troppa talvolta😊) ai volontari/e e questo contribuisce a non sentirsi troppo ospiti…
In quei giorni mi trovo a fare cose che mi piacciono ed altre meno, ma non mi importa, non avevo aspettative e riesco a staccare completamente la mente.
Noto che vivere in comunità mi porta ad essere più ordinata e spendere più energie per la pulizia che a casa mia!!!!e mi sento di dover fare e fare…insomma le mie serate a Reggioli sono corte!!!
Ho conferma del fatto che si può costruire qualcosa di ‘sostenibile’ senza necessariamente rinunciare al bello (cosa che non sempre ho notato in altri contesti simili).
Nei fine settimana arrivano anche i tre bimbi di Christian….anche loro profumano di libertà e apertura.
Nonostante certi aspetti che non mi trovano d’accordo, capisco che ci sono tanti aspetti in comune con quello in cui credo e quello che c’è e che potrebbe svilupparsi…
Reggioli per come l’ho conosciuta io è un posto in divenire e con molteplici possibilità, la giusta apertura e dove si vuole dare il giusto peso alla grande sfida delle relazioni umane….

Hannes&Aurelia con Matilda e Cecilia

Fuori a Reggioli
Siamo una famiglia di Monaco, Aurelia e Hannes con le nostre due figlie Mathilda 5 anni e Cecilia 11 mesi. A Febbraio 2020 siamo arrivati a Reggioli come volontari e abbiamo trascorso tutto il mese in quest’ atmosfera particolare. La vista sull’ immensa valle, la posizione isolata, il paesaggio incantevole con le sue coltivazioni di olivo, il bosco e prati e il modo accogliente di Christian rendono questo posto particolare. Nel lavoro nel bosco, negli orti con gli animali e nella gestione degli spazi comuni abbiamo presto dimenticato la vita in città. Anche per le nostre figlie e stata un avventura poter godere della libertà e apertura di Reggioli. Portata in giro dai figli di Christian. Incredibile di quanto velocemente si ritrova se stessi a Reggioli. Auguriamo a Christian e i suoi cari tutto il bene di cuore per l’ avvenire, “ci vediamo”

un caro saluto Hannes&Aurelia con Matilda e Cecilia

ADRIANA

Mi chiamo Adriana Manca sono nata a Firenze il 31 dicembre 1968.
Sono di origine sarda e nel mio cuore ho ereditato la forza e il coraggio di questa terra.
La mia infanzia è stata vissuta a stretto contatto con la natura,mio padre faceva il pastore e mi ha trasmesso l’amore per gli animali e il coraggio e volontà nell’accudirli.
Per varie vicissitudini famigliari all’età di cinque anni ho vissuti in diversi paesi della toscana.
Ho sempre sentito nel profondo un grandissimo legame con la natura e il mio potenziale umano connesso con esso.
Sono una persona socievole e relazionarmi in comunità stimola in me un grande entusiasmo di crescita e di nutrimento di amore.
Ho avuto in passato esperienze di vita in eco villaggi ,e ne sono grata per l insegnamenti ricevuti in quel periodo,ma non riempivano la mia visione e i miei bisogni.
Il 23 Maggio di questo anno sono stata invitata da una amica ad andare a cena da Cristian a Reggioli , quando sono scesa dalla macchina ed ho cominciato a camminare tutto quello che i miei occhi vedevano era bellezza e tanta energia ,ero in paradiso ,il mio cuore era grato e emozionato.Da quel momento ho colto l opportunità di un anno di prova ,ed ora quando all’alba mi sveglio  e vengo scaldata dal sole e le rondini danzano i loro voli ringrazio il creato di essere qui.
Ho il desiderio profondo che con tanto amore e volontà questo paradiso diventi da stimolo per un mondo dove l uomo e la natura si prendono a braccetto in una armonica danza.

LUCIA

L 7 E 8 AGOSTO, NELLA SPLENDIDA CORNICE DEL REGGIOLI, ABBIAMO VISSUTO UN’ESPERIENZA MERAVIGLIOSA, UN’OCCASIONE DI CRESCITA, ACCOMPAGNATI DALLA GUIDA ESPERTA DELLA SORPRENDENTE EVA LOTZ E DAL CO-PILOTA L’ACCOGLIENTE MARIA GIOVANNA CASU. RIUNITI IN CERCHIO, RICCO DI ENERGIA E DI VOGLIA DI METTERSI IN GIOCO, CI SIAMO “SPERIMENTATI” NELLA RELAZIONE DI CON-TATTO CON SE STESSI E CON L’ALTRO, GRAZIE ALLA SCOPERTA DELLE TECNICHE DI COMUNICAZIONE ECOLOGICA E DELL’ASCOLTO PROFONDO DI JEROME LISS CHE CI
HANNO AIUTATO NELLA GESTIONE E CANALIZZAZIONE DELLE EMOZIONI. MI PORTO A CASA UNA MIRIADE DI MERAVIGLIOSE IMMAGINI E SENSAZIONI… DALLA PACE E SERENITÀ DI QUESTI LUOGHI, AL SUONO DELLE RISATE DEI “COMPAGNI DI VIAGGIO”, AL CONFRONTO E AGLI SCAMBI DI ENERGIA ARRICCHENTI NEL GRUPPO, AI CANTI INTORNO AL FALÒ, AL CIBO GENUINO PREPARATO DAL SORPRENDENTE CHRISTIAN, CONDIVISO TUTTI INSIEME COME IN “UNA FAMIGLIA” SEMPRE PRONTA AD AGGIUNGERE UN POSTO A TAVOLA IN QUALUNQUE MOMENTO, ALL’INDIMENTICABILE CROSTATA DELLA SIMPATICISSIMA E DOLCE ADRIANA E…TANTO ALTRO ANCORA, CHE A PAROLE NON SI PUÒ DESCRIVERE, MA SOLO PROVARE…. UN GRAZIE DI CUORE A TUTTI VOI E A RIVEDERCI AL PROSSIMO
CORSO AD OTTOBRE. LUCIA